Xbrl semplifica l’Unico

Xbrl semplifica l’Unico

Italia Oggi – 17 dicembre 2010

Xbrl taglia i dati di bilancio dal Quadro RS. Grazie al nuovo linguaggio elaborabile la compilazione del modello Unico SC 2011 sarà più semplice: la bozza della dichiarazione dei redditi riservata alle società di capitali, pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate, elimina la parte del quadro RS — 39 righe per più di 80 valori — che comunicava all’anagrafe tributaria i valori dei prospetti quantitativi del rendiconto periodico.


Andrea Fradeani

Né il comunicato stampa di via Cristoforo Colombo, né le istruzioni relative al modello in parola evidenziano il motivo della semplificazione. Questo, però, può essere facilmente intuito: il successo dell’adozione di Xbrl rende inutili tali informazioni. L’Agenzia delle entrate può infatti già disporre; ai sensi del comma 21-bis dell’art. 37 dl 223/06 (il decreto «Bersani-Visco»), dell’intero database elaborabile dei bilanci delle società di capitali italiane a partire proprio dal periodo amministrativo 2009. La considerazione trova conferma nel mantenimento della richiesta dei prospetti quantitativi, rimasta nel quadro RS dell’Unico SC 2011, per i rendiconti redatti secondo i principi contabili internazionali: per tali realtà, infatti, la codifica Xbrl non è ancora obbligatoria visto che la tassonomia Ifrs dello Iasb non è stata ancora riconosciuta nel nostro ordinamento (Xbrl Italia sta già lavorando su tale obiettivo). Discorso analogo per la parte del Quadro RF dell’Unico SP 2011 dedicata i dati contabili delle società di persone che, come è noto, non debbono depositare i loro conti annuali. La scelta dell’Agenzia delle entrate — uno dei principali utenti di bilanci in Italia — rappresenta un chiaro segnale per tutta la comunità economico-finanziaria nazionale: il nuovo linguaggio dei bilanci è una realtà su cui poter fare affidamento, con l’obiettivo di ridurre gli adempimenti burocratici a carico delle imprese.
L’attenzione ora si sposta su due questioni fondamentali. In primo luogo le conseguenze dell’impiego di Xbrl sul piano della verifica della compliance dei contribuenti: i dati elaborabili a disposizione dell’Agenzia delle Entrate hanno uno spessore qualitativo e quantitativo ben superiore a quelli del vecchio Quadro RS. Sul piano qualitativo perché «sono» il bilancio ufficiale, ossia il documento firmato digitalmente dagli amministratori presentato ai terzi attraverso il Registro delle Imprese; sul piano quantitativo perché di superiore dettaglio rispetto alle 39 righe citate (quest’ultimo, poi, aumenterà in modo esponenziale quando anche la nota integrativa sarà direttamente elaborabile). È possibile che il database sia usato per rafforzare il confronto col contribuente persona giuridica — in primis in termini di intelligence — sui valori economico-finanziari di bilancio o, meglio, sulle loro anomalie eclatanti rispetto al modus operandi tipico del settore, dell’area geografica o della classe dimensionale d’impresa. Uno strumento che potrebbe affiancare, per le realtà più piccole ma anche più numerose, gli attuali studi di settore.
La seconda questione riguarda, invece, la possibilità di proseguire ulteriormente nel percorso di semplificazione dei modelli dichiarativi: sono diversi, infatti, i quadri che potrebbero beneficiare, in futuro, della sinergia col nuovo formato elettronico (pensiamo, ad esempio, ai dati contabili della dichiarazione Irap). Il traguardo finale potrebbe addirittura corrispondere con la migrazione dell’intera architettura dei modelli dichiarativi — ad oggi prevalentemente in formato Ascii a capi fissi — in Xbrl. Il nuovo linguaggio, quindi, quale unico formato tanto per i bilanci d’esercizio che perle conseguenti dichiarazioni fiscali. Una scelta di medio termine, ovviamente, che potrebbe semplificare e razionalizzare gli adempimenti telematici di una platea di circa 1.000.000 di operatori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...