Edilizia, addio alla carta

Edilizia, addio alla carta

Italia Oggi – 30 aprile 2011

Edilizia più semplice e trasparente. Professionisti, imprese, cittadini e pubblica amministrazione d’ora in poi dialogheranno via intemet. Come? Attraverso un servizio telematico che consente ai tecnici del settore delle costruzioni e ai comuni italiani di gestire ordine tutte le procedure amministrative: addio alla carta, i fascicoli diventano elettronici.

Giovanni Galli

Edilizia più semplice e trasparente. Professionisti, imprese, cittadini e pubblica amministrazione d’ora in poi dialogheranno via intemet. Come? Attraverso un servizio telematico che consente ai tecnici del settore delle costruzioni e ai comuni italiani di gestire ordine tutte le procedure amministrative: addio alla carta, i fascicoli diventano elettronici. Si chiama Sipem (Sistema informativo pratiche edilizie e monitoraggio), il nuovo strumento realizzato da Ancitel spa (società dell’Anci, Associazione nazionale comuni italiani), in collaborazione con il Consiglio nazionale dei geometri e dei geometri laureati (CNGeGL) e la Cassa italiana di previdenza e assistenza dei geometri liberi professionisti (Cipag). Il progetto si inserisce nell’ambito del piano sulla digitalizzazione della Pubblica amministrazione. Il nuovo Codice dell’amministrazione digitale (Cad), in vigore da gennaio 2011, infatti, prevede per cittadini e imprese il diritto di «richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni» e stabilisce che «ogni atto e documento può essere trasmesso alle pubbliche amministrazioni con l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione». Grazie a questo nuovo sistema a professionisti e comuni è garantita la semplificazione degli adempimenti e la maggiore rapidità delle- comunicazioni, compreso l’azzeramento delle spese postali e di notifica degli atti. Dagli uffici comunali e dalle scrivanie di geometri, ingegneri, architetti e periti, quindi, sparirà la carta: i fascicoli relativi alle procedure edilizie diventano elettronici. Denuncia di inizio attività (Dia), Permesso di costruire (Pdc), Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), Comunicazioni di inizio lavori (Cil) nonché le istanze relative al Piano casa. Sipem è gratuito per i comuni e permette agli amministratori locali di gestire la relazione con i professionisti e di monitorare l’andamento delle pratiche. Sono previsti grazie a strumenti e funzioni create ad hoc: una casella di Posta elettronica certificata, un archivio digitale oltre che sistemi di analisi e statistiche periodiche. Tutte le istruzioni tecniche e le indicazioni per collegarsi al sistema Sipem sono state presentate a Verona durante il convegno «La comunicazione digitale tra imprese e cittadini con le amministrazioni pubbliche: i comuni ed i liberi professionisti» e sono disponibili anche su www.ancitel.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...