La conciliazione fa risparmiare

La conciliazione fa risparmiare

Il Messaggero – 13 ottobre 2011

Far prima, senza giudice. Dallo scorso marzo, infatti, è stato introdotto l’obbligo di tentare una soluzione alternativa alla causa civile. In altre parole una via per snellire la giustizia: dal condominio alle eredità, dagli affitti alla Rc auto, tutta una serie di liti sono state dirottate. Successioni, problemi con contratti assicurativi, bancari e fmanziari: per queste e altre controversie, prima di andare dal giudice, da sette mesi è obbligatorio tentare una conciliazione.

Francesca Filippi

Far prima, senza giudice. Dallo scorso marzo, infatti, è stato introdotto l’obbligo di tentare una soluzione alternativa alla causa civile. In altre parole una via per snellire la giustizia: dal condominio alle eredità, dagli affitti alla Rc auto, tutta una serie di liti sono state dirottate. Successioni, problemi con contratti assicurativi, bancari e fmanziari: per queste e altre controversie, prima di andare dal giudice, da sette mesi è obbligatorio tentare una conciliazione. Una valida alternativa alla giustizia ordinaria nella risoluzione delle controversie in materia commerciale tra Pmi e tra piccole medie imprese e consumatori, come dimostrano i dati. Nei primi cinque mesi della riforma, ovvero dal 21 marzo al 31 agosto scorsi, il Servizio di Conciliazione ha registrato ben 7092 mediazioni complessive richieste alle 79 (sul totale di centocinque) Camere di commercio iscritte al registro degli organismi di mediazione tenuto dal Ministero della Giustizia. «E’ la via per una giustizia più a misura d’impresa», non ha dubbi Ferruccio Dardanello, presidente Unioncamere, che snocciola altri numeri: «Basti pensare – sostiene – che i ritardi della giustizia civile, con 5 milioni di cause pendenti, pesano oggi sul fatturato annuo aziendale per lo 0,8 per cento, vale a dire per un costo complessivo pari a 23 miliardi di euro». Certamente un dato di assoluto rilievo. A ricorrere di più alla mediazione civile e commerciale, uno strumento volontario, semplice, rapido ed economico, sono stati fmora i consumatori e le piccole e medie imprese del Nord Est (2651), seguiti da quelli del Nord Ovest (1615). Meno intraprendenti, invece, gli imprenditori e gli acquirenti del Centro (1397), del Sud e delle Isole (1429). «Dai dati in nostro possesso rileviamo una significativa crescita delle mediazioni depositate presso le Camere di commercio dall’entrata in vigore dell’obbligatorietà – afferma Dardanello – Un segno tangibile delle straordinarie potenzialità di questa procedura che consente di pervenire in modo semplice, rapido ed economico alla risoluzione delle controversie». Uno strumento prezioso anche perché concorre ad alleggerire i carichi pendenti nei tribunali, restituendo così efficienza e risorse alla giustizia ordinaria. Ecco perché il Sistema camerale sta investendo da oltre 10 anni in questa forma di giustizia alternativa, puntando sull’uniformità delle regole, sulla formazione, sulla promozione. E proprio a breve avrà luogo l’ottava edizione della settimana della conciliazione che, quest’anno, si svolgerà dal 24 al 30 di ottobre. L’appuntamento, lanciato nel 2003 da Unioncamere, coinvolge a livello nazionale e locale l’intero Sistema delle Camere di commercio per diffondere la cultura della mediazione tra imprese e consumatori. «Un impegno che ci vede oggi, più che mai, in prima linea per contribuire a rendere il nostro Pae4se più competitivo e moderno», conclude Dardanello. Le oltre settemila richieste di conciliazione fmora hanno riguardato in particolare procedimenti in materia di condominio (96 pratiche); diritti reali (1139); divisione (362); successioni (360); patti di famiglia (15); locazione (737); comodato (150); affitto di aziende (145); Rc Auto (45); responsabilità medica (367); diffamazione (68); problemi con contratti assicurativi (530), bancari (618) e finanziari (245).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...