Pronto il rinvio della scheda Sistri al 30 aprile 2012

Pronto il rinvio della scheda Sistri al 30 aprile 2012

Il Sole 24 Ore – 20 dicembre 2011

È quasi pronto il decreto ministeriale di proroga che sposta la data per la presentazione della scheda Sistri (il cosiddetto “mudino”) dal 31 dicembre 2011 al 30 aprile 2012 per le informazioni sui rifiuti prodotti, recuperati e smaltiti nel 2011. Il provvedimento è alla Corte dei Conti e poi andrà in Gazzetta ufficiale, atteso entro fine anno.

Paola Ficco

È quasi pronto il decreto ministeriale di proroga che sposta la data per la presentazione della scheda Sistri (il cosiddetto “mudino”) dal 31 dicembre 2011 al 30 aprile 2012 per le informazioni sui rifiuti prodotti, recuperati e smaltiti nel 2011. Il provvedimento è alla Corte dei Conti e poi andrà in Gazzetta ufficiale, atteso entro fine anno. Il decreto modifica l’articolo 12, comma 1 del Dm 17 dicembre 2009 (già modificato dal Dm 22 dicembre 2010 e riproposto nell’articolo 28, Dm 52/2011, Testo unico sul Sistri). I termini per la presentazione della scheda (da compilare sulla base dei dati nel registro di carico e scarico), dunque, sono ancora ufficiosi, invece, le sanzioni per la relativa omissione sono chiarissime e in vigore dal 16 agosto 2011: per la omessa, incompleta o inesatta comunicazione vanno da 2.600 a 15.500 euro (se la presentazione avviene entro 60 giorni, la sanzione scende da 26 a 160 euro). Il Mud è stato sostanzialmente abrogato dall’articolo 264-bis del Dlgs 152/2066, ma il decreto compie un passo ulteriore: per la dichiarazione 2012 individua già il termine, ma omette date esatte di decorrenza:«entro i sei mesi dalla data di entrata in operatività del Sistri». Una formula opaca e che rischia di confondere le imprese: il Sistri, in base alla legge 148/2011 diventerà operativo dal 9 febbraio 2012 per tutti gli obbligati, mentre il Dm 26 maggio 2011 fissava un calendario (superato dalla legge 48/11) con partenze diversificate in base all’entità dell’impresa. I piccolissimi produttori di rifiuti pericolosi (fmo a 10 dipendenti) non cominceranno prima del 1 luglio 2012 (legge 106/2011 ma manca ancora la data esatta). Comunque, poiché il termine del 9 febbraio 2012 supera (ponendole nel nulla) le date fissate dal Dm 26 maggio 2011, sembra di capire che per il 2012 i dati per il periodo non coperto da Sistri (1 gennaio-8 febbraio) dovranno essere comunicati entro il 9 agosto 2012. Ancora sul fronte dei rifiuti, si ricorda che il 27 dicembre, le imprese che raccolgono e trasportano i rifiuti da loro prodotti e che erano state iscritte all’Albo entro il 14 aprile 2008 (molte decine di migliaia) devono presentare la richiesta di aggiornamento dell’iscrizione. Se la domanda verrà presentata entro il 27 dicembre, l’impresa potrà continuare ad operare fino alla notifica del nuovo provvedimento. In caso contrario, come ricordato nelle delibere del Comitato nazionale 26 ottobre e 16 dicembre 2011, l’Albo cancellerà d’ufficio le imprese. Operare senza iscrizione all’Albo comporta però l’arresto da 3 mesi a 1 anno oppure l’ammenda da 2.600 a 26.000 euro. Se i rifiuti sono pericolosi, l’arresto va 6 mesi a 2 anni e si cumula con l’ammenda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...