Dalle Cdc 20 milioni alle piccole aziende

Dalle Cdc 20 milioni alle piccole aziende

Il Sole 24 Ore – 16 marzo 2012

Le Camere di commercio mettono a disposizione 20 milioni di euro da far confluire in una nuova sezione del Fondo Centrale di Garanzia per le Pmi del ministero dello Sviluppo economico dedicata alle piccole e medie imprese che decidono di affacciarsi sui mercati internazionali.

Giuseppe Chiellino

Le Camere di commercio mettono a disposizione 20 milioni di euro da far confluire in una nuova sezione del Fondo Centrale di Garanzia per le Pmi del ministero dello Sviluppo economico dedicata alle piccole e medie imprese che decidono di affacciarsi sui mercati internazionali. L’iniziativa, in risposta alla stretta creditizia che sta mettendo in gravi difficoltà le piccole e medie imprese italiane, è stata presentata ieri a Napoli in occasione del primo laboratorio del credito ed è stata promossa dal Consorzio camerale per il credito e la finanza. I fondi saranno raccolti dalle Camere di commercio più attive nell’internazionalizzazione delle imprese. L’intervento del sistema camerale è resa possibile dal recente decreto ministeriale firmato dal presidente Mario Monti e dal ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, che permette alle Regioni ed ad altri enti (Camere di Commercio, Sace, Cdp) di cofinanziare il Fondo di Garanzia per aumentarne l’impatto sui territori e su settori particolarmente sensibili o strategici. Rifinanziato dal decreto Salva Italia con ulteriori 400 milioni annui per il prossimo triennio, il Fondo di garanzia è uno strumento di supporto per le piccole e medie imprese in tema di accesso al credito. Nel 2011, secondo i dati del comitato digestione, le operazioni ammesse sono state più di 55.200, in crescita del 10% rispetto all’anno prima, per un volume di finanziamenti concessi da istituti finanziari di 8,4 miliardi, (- 7,7 per cento). I 20 milioni messi a disposizione dalle Camere di commercio – afferma una nota – consentono attraverso il Fondo e i Confidi di attivare finanziamenti bancari per circa un miliardo di euro, facilitando l’accesso al credito per le imprese impegnate sui mercati internazionali. “La stretta creditizia- ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano e presidente del Consorzio camerale per il credito e la finanza è diventata una emergenza per le piccole e medie imprese e di conseguenza per l’economia italiana entrata in recessione. È urgente, dunque, ridare ossigeno al sistema imprenditoriale per ritornare a vedere la luce della crescita. Proprio per questo – ha spiegato ricorda Sangalli- abbiamo deciso di realizzare questa raccolta fondi che sottolinea la nostra capacità di fare rete”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...