Autorizzazione unica verso l’ok

Autorizzazione unica verso l’ok

Il Sole 24 Ore – 12 febbraio 2013

L’autorizzazione unica ambientale arriva all’ultimo miglio. Dopo il parere della commissione Ambiente della Camera in settimana il varo in Consiglio dei Ministri. Per le Pmi una sola cerificazione al posto di sette vincoli burocratici.
L’intervento alleggerisce gli oneri delle imprese di 1,3 miliardi.

Marzio Bartoloni

L’autorizzazione unica ambientale arriva all’ultimo miglio. E vede il traguardo che taglierà sul filo di lana già questo venerdì quando il Governo in uno dei suoi ultimissimi consigli dei ministri dovrebbe varare, dopo un lungo iter durato 6 mesi, il Dpr che apre le porte all’attesa semplificazione per le Pmi che unisce in una sola autorizzazione almeno sette adempimenti burocratici sul fronte ambientale. Ieri la commissione Ambiente della Camera ha dato infatti l’ultimo parere, dopo quello arrivato dal Senato prima di Natale, al decreto che attua l’articolo 23 del «Semplifica Italia» (35/2012). Un parere favorevole, quello di Montecitorio, anche se corredato da una serie di osservazioni e da una condizione: quella di rivedere la durata dell’autorizzazione prevista dal Dpr in 15 anni e giudicata troppo lunga. L’«Aua», questo l’acronimo che sta appunto per Autorizzazione unica ambientale, promette di dare una mano alle piccole e medie imprese semplificando al massimo una serie di «titoli abilitativi» (autorizzazioni, comunicazioni, nulla osta) a cui sono assoggettate le piccole e medie imprese e gli impianti che non hanno dimensioni tali da soggiacere all’Aia (autorizzazione integrata ambientale). Si tratta, secondo le stime del Governo, di una misura anti-burocrazia che incide sulla vita delle Pmi con un conto salato di oneri amministrativi che vale in tutto 1,3 miliardi. Non a caso era stato lo stesso premier Monti a segnalare l’importanza di questa misura dopo il suo primo varo in consiglio dei ministri a metà settembre dell’anno scorso: «Renderà più semplice la vita delle imprese», aveva detto Monti convinto che sarebbe stata anche di «grande aiuto perla crescita». L’«Aua» raccoglie in un unico procedimento fino a sette adempimenti ambientali che prima dovevano essere ottenuti singolarmente. E cioè: l’autorizzazione agli scarichi; la comunicazione preventiva sull’uso delle acque reflue; l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera; l’autorizzazione generale per le imprese con emissioni modeste; il nulla osta per valutare l’impatto acustico; l’autorizzazione all’uso dei fanghi di depurazione in agricoltura; la comunicazione in materia di autosmaltimento e recupero dei rifiuti. Ma le Regioni, a loro volta, potranno estendere l’elenco ricomprendendovi eventualmente anche altre autorizzazioni. Per chiedere l’autorizzazione unica ambientale basterà presentare una domanda sola allo Sportello unico per le attività produttive (Suap). Che, in via telematica, trasmetterà l’istanza delle imprese alle «autorità competenti» (Regione, Comune, Provincia o Arpa a seconda dei casi) che a loro volta dovranno rispondere entro 90 giorni. Su questo punto in particolare la commissione Ambiente della Camera, tra le sue osservazioni, ha segnalato di individuare nella sola Provincia l’autorità competente, «salvo diversa previsione della normativa regionale». Tempi certi e brevi – 90 giorni – che potranno allungarsi a 120 giorni o al massimo 150 in caso di procedimento che coinvolga la conferenza dei servizi o che preveda integrazioni. Il decreto fissa infine a 15 anni la durata dell’Aua, uniformando così i diversi termini di scadenza che oggi interessano le singole autorizzazioni. Ma su questo la commissione Ambiente, nel suo parere, ha avanzato come condizione «l’opportunità di verificare la congruenza dei quindici anni quale durata dell’autorizzazione unica ambientale».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...