Fatturato in picchiata per l’Ict

Fatturato in picchiata per l’Ict

Il Sole 24 Ore – 14 giugno 2013

Nei primi quattro mesi del 2013 la crisi ha colpito pesantemente I’Ict, con un «Global digital market» in contrazione del 7,5% su base annua. II dato è emerso nel corso della presentazione del Rapporto Assinform 2013. A pesare sul dato del primo quadrimestre è stato soprattutto il -9,4% del mercato delle Tlc, principalmente per effetto della riduzione delle tariffe di terminazione.

Andrea Biondi

«Se sulle componenti innovative della nostra economia non si tornerà a crescere, questo Paese andrà inevitabilmente al declino». Paolo Angelucci, presidente uscente di Assinform, con questa amara considerazione conclude i suoi quattro anni alla guida dell’associazione delle principali aziende di information technology operanti in Italia. Anni in cui – come dimostra il Rapporto 2013 di Assinform redatto insieme con NetConsulting – il mercato italiano dell’Ict ha inesorabilmente virato verso il basso. Già nel 2012 aveva chiuso in calo dell’1,8%, dopo il -2,1% dell’anno precedente. Tradotto in cifre, fra 2010 e 2012 il settore ha bruciato 2,7 miliardi di euro. Nei primi quattro mesi del 2013 è andata anche peggio: -7,5% annuo e business sceso a 22,6 miliardi. Un colpo pesante, arrivato in particolare dal mercato delle Tlc, calato del 9,4% «per effetto della riduzione delle tariffe di terminazione». A fine anno, dunque, il “Global digital market” secondo le stime dovrebbe flettere almeno del 4,2%%, con altri 2,8 miliardi circa lasciati sul terreno e un dato finale di 65,27 miliardi di euro. Il tutto mentre a livello mondiale il Global digital market risulta in crescita ( 5,2% nel 2012). A cadere sono le componenti tradizionali (-3,6% nel 2012 e -6,3% previsto per il 2013), mentre quelle innovative del mercato – legate al web, che pesano per il 21% – sono in crescita: 7,5% nel 2012 e 5,3% nel 2013. Altra buona indicazione arriva dalla vendita di smartphone e di Internet delle cose ( 62% e 22% nel 2012) con trend migliori del dato mondiale (41% e 6%). «Performance eccellenti – ha commentato Angelucci- che tuttavia nelle condizioni attuali di arretratezza della Pa, di oggettiva difficoltà delle imprese e di mancanza di una strategia sistemica per lo sviluppo dell’innovazione, rimangono fattori isolati». La relativa arretratezza italiana su questo fronte emerge chiaramente dagli ultimi dati Eurostat solo per citare due aspetti, le imprese che vendono online sono il 4% contro il 14% in Ue e le abitazioni con accesso abanda larga si fermano al55% mentre la media Ue è de173%. «In Europa il digitale è politica industriale, mentre in Italia si sprecano tempo e risorse», ha detto Agostino Ragosa, direttore dell’Agenzia per l’Italia digitale, intervenuto insieme con l’amministratore delegato Consip Domenico Casalino e che ha messo in evidenza «il necessario ruolo delle Regioni» per la digitali77a7ione del Paese. Un impegno ancora più essenziale anche per ridurre i divari già esistenti fra i vari territori. Secondo i dati Assinform-NetConsulting Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio sono le sole regioni con Global digital market superiore ai 5 miliardi. All’estremo opposto Calabria, Basilicata, Molise, Umbria e Valle d’Aosta non superano gli 800 milioni. Da qui l’invito delle imprese a intervenire. «Per il processo di digitalizzazione la governance va messa nelle mani della Presidenza del Consiglio», ha detto Angelucci. Due le misure considerate prioritarie: «Un “bonus cloud” sotto forma di credito d’imposta e una “Sabatini tecnologica” per agevolare la digitalizzazione delle imprese e gli investimenti anche immateriali». Visti i problemi del credito, c’è poi la richiesta «di un plafond da destinare alle aziende d’informatica, finalizzato allo sviluppo di prodotti e soluzione innovative, eventualmente con un apposito Fondo di Garanzia».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...