Pronte al via le reti d’impresa

Pronte al via le reti d’impresa

Il Sole 24 Ore – 07 febbraio 2014

In pista di decollo le reti di impresa nel settore turistico. In attesa del varo da parte del Consiglio dei ministri di un pacchetto ampio di misure per il settore turistico, atteso da tempo dagli operatori e annunciato peraltro in più occasioni da esponenti dell’Esecutivo, si inizia a concretizzare uno strumento che punta a far leva sulle sinergie tra i soggetti del territorio e le imprese, componenti delle filiere legate al turismo.

Vincenzo Chierchia

In pista di decollo le reti di impresa nel settore turistico. In attesa del varo da parte del Consiglio dei ministri di un pacchetto ampio di misure per il settore turistico, atteso da tempo dagli operatori e annunciato peraltro in più occasioni da esponenti dell’Esecutivo, si inizia a concretizzare uno strumento che punta a far leva sulle sinergie tra i soggetti del territorio e le imprese, componenti delle filiere legate al turismo. Simonetta Giordani, sottosegretario al Turismo, ha annunciato che il bando per far partire i finanziamenti alle reti d’impresa nel comparto turistico è in dirittura d’arrivo, dopo la trasmissione alla Corte dei conti del bando di gara che consentirà di far passare alla fase esecutiva il decreto di gennaio 2013. In questi giorni – probabilmente già oggi – il testo sarà disponibile sul sito del Mibact. Si parte con un pacchetto di risorse per circa 8 milioni-come detto da Simonetta Giordani – che dovranno finanziare i progetti di rete sviluppati sul territorio. «Abbiamo compiuto un primissimo passo per accrescere la capacità competitiva delle picco- le imprese – aggiunge – lo riproporremo, in una versione rafforzata, nelle prossime misure dedicate al settore». L’iniziativa decolla in un momento non facile per il settore turistico, alle prese con buone performance degli arrivi dall’estero, a fronte, però, di una marcata crisi della domanda interna che ha portato a pesanti contraccolpi. Come sottolineato da una recente indagine della Confesercenti, nel corso dell’ultimo anno, almeno 1.800 imprese ricettive hanno chiuso i battenti e, si stima, che il fatturato complessivo abbia accusato una flessione intorno al 5%, a causa dell’effetto tenaglia tra l’elevata pressione fiscale (67%) sulle imprese del settore e il calo del mercato interno. «La prossima pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bando che prevede lo stanziamento di 8 milioni per il finanziamento delle reti d’impresa nel turismo – dichiara il Presidente di Federturismo Confindustria Renzo Iorio – è un risultato importante per favorire la promozione integrata sui mercati internazionali delle piccole imprese, per accrescere la loro capacità innovativa e per avviare iniziative di formazione del personale. Mi auguro che il testo approvato elimini il grave limite, presente nel testo originale, dell’esclusione delle medie e grandi aziende che potrebbero invece dare senso e corpo a molti progetti. A tal proposito come Federturismo abbiamo avviato un percorso con RetImpresa Confindustria per lanciare progetti di formazione nei territori per i giovani laureati in materie turistiche». Per Bernabò Bocca, leader di Federalberghi-Confturismo, è «positivo il fatto che il Ministero abbia varato un provvedimento che promuove la cooperazione tra le imprese, così come la circostanza che siano stati inclusi tra i beneficiari, oltre alle reti in senso stretto, anche i consorzi di promozione e commercializzazione che costituiscono il tradizionale strumento utilizzato dai sistemi turistici locali per favorire la creazione di una offerta territoriale integrata. È certamente apprezzabile che la misura rivolga una specifica attenzione alle piccole imprese, che rappresentano l’ossatura del sistema turistico nazionale. Ci si chiede se vi sarà spazio anche per la partecipazione di imprese di più grandi dimensioni, che possono fungere ulteriormente da catalizzatore». Infine, Nardo Filippetti, presidente Astoi (tour operator) ribadisce «l’improrogabilità dell’adozione di urgenti interventi legislativi da parte del Governo: siamo convinti che solo una reale presa d’atto da parte delle istituzioni delle difficoltà in cui versano le aziende possa dar luogo a misure concrete per il nostro settore».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...