Per le Pmi extracosti fino a 33 miliardi

Per le Pmi extracosti fino a 33 miliardi

Il Sole 24 Ore – 26 febbraio 2014

Tra energia, burocrazia e logistica le nostre micro e Pmi pagano rispetto a Germania e Francia un differenziale di quasi 33 miliardi. E’ quanto emerge dalla Relazione 2014 del garante per le micro, piccole e medie imprese Giuseppe Tripoli.

Carmine Fotina

È uno degli ultimi atti ufficiali arrivati sulla scrivania dell’ex premier, Enrico Letta, e uno dei primi ad essere passati in eredità al nuovo governo. La Relazione 2014 del garante per le micro, piccole e medie imprese, 78 pagine fitte di tabelle e indicazioni di policy, è stata consegnata ufficialmente lo scorso 6 febbraio e costituisce un utilissimo memorandum per il neoministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, e per gli altri ministri competenti. Il garante, Giuseppe Tripoli, mette in filagli extra-costi del sistema e delinea le tendenze e le misure che possono rimettere in moto il sistema. Il credit crunch non si arresta e per finanziamenti di importi più piccoli il divario di costo rispetto a Germania e Francia supera 160 punti base. Tra energia, burocrazia e logistica le nostre micro e Pmi pagano un differenziale monstre, quasi 33 miliardi. Con punte del 43% nel caso dell’elettricità, la tariffa praticata a un’impresa industriale di piccola o media dimensione è inferiore nell’ambito Ue27 solo a quella praticata a Cipro e Malta. Una struttura analoga a quella della Ue7 consentirebbe un risparmio di 12 miliardi all’anno. Una cifra analoga, secondo la relazione, rappresenta il conto da pagare per una logistica più costosa dell’11% rispetto alla medie europea. Ma il picco lo si raggiunge con le semplificazioni possibili e non ancora attuate, un aggravio stimato in 9 miliardi. Per il garante il 2013 è stato un anno «pesantissimo» per il sistema, il peggiore negli ultimi dieci anni per il saldo tra imprese iscritte e cessate ( 12.681). Ma «sono tuttavia emersi alcuni fenomeni di vitalità che indicano la strada». Le tendenze positive partono dalla capacità di aggregazione tra “piccoli”, premiata dai risultati: le imprese entrate in rete hanno registrato un aumento del fatturato di quasi 10% mentre quelle non coinvolte del 4,6%. Ci sono performance positive nell’export, con uno spostamento verso la tecnologia e i prodotti di qualità, nelle filiere “green” e digitali, nella vivacità delle startup (1.554 quelle registrate). Ma segnali confortanti arrivano anche da un nuovo assetto imprenditoriale, sempre più aperto ai contributi di una società in cambiamento. Le imprese femminili sono 1123,6% del totale, ma nel 2013, delle imprese aggiunte alla base imprenditoriale del Paese, il 63% è guidato da una o più donne. Cresce anche il contributo degli immigrati e delle imprese sociali e soprattutto quello delle aziende guidate da under 35, che pur rappresentando poco più del 10% del totale, contribuiscono per quasi il 35% all’afflusso di nuove forze imprenditoriali. Esiste insomma un terreno su cui costruire la ripresa. Ma va fertilizzato con politiche più mirate. Analizzando il tasso di crescita 2008-2013 negli indicatori dello Small business act europeo, si scopre in 4 casi su 9 l’andamento è negativo (finanza, appalti pubblici, competenze e innovazione, principio “pensare in piccolo”) e Tripoli inserisce nella relazione una lunga di proposte: il taglio dell’Irap, i temporary manager per l’export,i sostegni alla ricerca “informale”, l’estensione del regime fiscale agevolato per le reti, la riforma dei Confidi e la tassazione forfettaria sulla trasmissione d’impresa per le reti sono solo alcuni assaggi.

Annunci

Un pensiero su “Per le Pmi extracosti fino a 33 miliardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...