Rischiano seimila imprese italiane

Rischiano seimila imprese italiane

Il Tempo – 20 marzo 2015

Commesse e investimenti in bilico dopo la strage al museo. Sono oltre seimila le imprese italiane per le quali rischia di scattare l’allarme export. Nel terzo trimestre del 2014 sono state altrettante, infatti, le realtà produttive coinvolte in commesse che avevano come destinazione il paese arabo della rivoluzione dei gelsomini.

Visualizza l’elaborazione InfoCamere

Filippo Caleri

Ora le conseguenze dell’attentato in Tunisia si spostano anche all’economia. Per anni descritta come piattaforma produttiva per le aziende italiane che volevano entrare nei mercati del Nord Africa, oggi gli investimenti della aziende tricolori rischiano di essere vanificati. Il pericolo di rimetterci non riguarda solo chi ha impiantato siti produttivi sfruttando i bassi costi dellamanodopera locale ma anche chi ha investito a Tunisi portando merci e servizi. Così sono oltre seimila le imprese italiane per le quali rischia di scattare l’allarme export. Nel terzo trimestre del 2014 sono state altrettante, infatti, le realtà produttive coinvolte in commesse che avevano come destinazione il paese arabo della rivoluzione dei gelsomini. In particolare due aziende su tre che tra giugno e settembre hanno esportato i loro prodotti sull’altra sponda del Mediterraneo hanno sede al Nord. Sono 2.700 nel Nord-Ovest e poco più di 1.700 nel Nord-Est. Superano le mille realtà (17,3%) quelle del Centro; mentre sono un fanalino di coda le imprese del Mezzogiorno. Il quadro emerge da un’elaborazione di Unioncamere e InfoCamere su dati Registro delle Imprese delle Camere di Commercio eAgenzia delle Dogane. Le imprese della manifattura (73,5%) seguite da quelle del commercio (20,7%) sono quelle che nel terzo trimestre del 2014 hanno stretto rapporti con il paese nordafricano. Se si guarda al numero assoluto delle operazioni effettuate verso la Tunisia dalle imprese italiane, nei tre mesi estivi del 2014, ne sono state concluse quasi 40mila, più di 6 per ogni impresa. Le più attive sotto questo aspetto sono le aziende del Nord-Ovest (quasi 7 operazioni in media) e quelle appartenenti al settore dei Trasporti e magazzinaggio con oltre 36 operazioni in media.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...