L’informativa 2016 viaggia via Pec

L’informativa 2016 viaggia via Pec

ItaliaOggi – 18 maggio 2016

Per l’anno 2016 l’informativa camerale relativa al pagamento del diritto annuale viaggia via Pec. Nel rispetto delle recenti normative, l’informativa del diritto annuale sarà inviata utilizzando esclusivamente il canale di invio tramite Pec alla casella dichiarata dall’impresa al registro delle imprese. Il sistema camerale mette a disposizione dal 16 maggio 2016 un nuovo sito internet di informazione e calcolo del diritto annuale da versare (http://dirittoannuale.camcom.it) il cui link di accesso è riportato direttamente nella Pec di invio dell’informativa all’impresa.

dirittoannuale

Cinzia De Stefanis

Per l’anno 2016 l’informativa camerale relativa al pagamento del diritto annuale viaggia via Pec. Nel rispetto delle recenti normative, l’informativa del diritto annuale sarà inviata utilizzando esclusivamente il canale di invio tramite Pec alla casella dichiarata dall’impresa al registro delle imprese. Pertanto nessuna informativa cartacea, tranne che per un numero limitato di soggetti quali i soggetti cosiddetti «only Rea» e i consorzi che al momento risultano ancora esclusi dall’obbligo di munirsi di Pec. Queste le istruzioni di Unioncamere fornite con un’informativa di ieri in merito al pagamento del diritto camerale 2016 per le imprese iscritte al registro.

Nuovo sito per calcolo diritto annuale.

Il sistema camerale mette a disposizione dal 16 maggio 2016 un nuovo sito internet di informazione e calcolo del diritto annuale da versare (http://dirittoannuale.camcom.it) il cui link di accesso è riportato direttamente nella Pec di invio dell’informativa all’impresa. Dal sito http//dirittoannuale.camcom. it le imprese possono consultare le pagine informative sulla camera di commercio ed i servizi da questa erogati, avere accesso alla normativa di riferimento sul diritto annuale, calcolare l’esatto importo da versare alla scadenza ordinaria del versamento (riducendo al minimo la possibilità di commettere errori) e ottenere la risultanza del calcolo direttamente al proprio indirizzo elettronico. L’accesso sarà possibile da parte di tutte le imprese senza necessità di autenticazione. E’ sufficiente indicare il proprio codice fiscale e la casella Pec per la ricezione in automatico degli estremi di calcolo ed eventuale ricevuta di versamento (nel caso di soggetti che non hanno l’obbligo di dichiarazione della Pec occorre indicare una casella di posta elettronica non certificata). Il sito consente, inoltre, di procedere al pagamento del diritto dovuto per il 2016 (è quindi escluso qualsiasi pagamento relativo ad anni precedenti o con ravvedimento operoso) attraverso la piattaforma PagoPa, modalità alternativa a quella prevista dalla normativa (modello F24). Tale modalità, oltre a venire incontro al bisogno di agevolare i rapporti tra i contribuenti e le istituzioni, risponde all’esigenza di innovazione nella materia legata ai sistemi telematici di pagamento tra impresa e pubblica amministrazione, così da incentivare una maggiore crescita del livello di digitalizzazione del paese.

Termini scadenza pagamento diritto camerale.

II 16 giugno 2016 scade il termine per il pagamento del diritto annuale. Le imprese che al 1 gennaio risultano iscritte al registro delle imprese sono tenute al versamento del diritto annuale per la sede e per ciascuna unità locale. I soggetti che al 1 gennaio risultano iscritti solo al Rea sono tenuti al versamento del diritto annuale solo per la sede. Se il pagamento non viene effettuato entro il 16 giugno 2016, termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, è possibile effettuarlo entro il 30 giorno successivo alla scadenza ordinaria suddetta, maggiorando l’importo dello 0,40% (con arrotondamento al centesimo di euro). II pagamento deve essere eseguito in unica soluzione con F24, disponibile in due diversi modelli (F24 semplificato e F24 classico). Entro un anno dalla scadenza ordinaria del 16 giugno 2016, salvo proroghe, il diritto annuale pub ancora essere regolarizzato con ravvedimento operoso. Cosa cambia nel 2016 Cinzia De Stefanis 1. Dall’anno 2016 l’informativa camerale relativa al pagamento del diritto annuale viaggia via Pec alla casella dichiarata dall’impresa al registro delle imprese; 2. Nessuna informativa cartacea è prevista, tranne che per un numero limitato di soggetti quali i soggetti c.d. “only Rea” e i consorzi che al momento risultano ancora esclusi dall’obbligo di munirsi di Pec; 3. Dal 16 maggio 2016 il sistema camerale mette a disposizione un nuovo sito internet di informazione e calcolo del diritto annuale da versare (http://dirittoannuale.camcom.it) il cui link di accesso è riportato direttamente nella Pec di invio dell’informativa all’imprese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...