Cabina di regia per le reti d’impresa

Cabina di regia per le reti d’impresa

Sole24ore – 14 dicembre 2016

Il traguardo l’ha individuato: aumentare il numero delle aziende coinvolte nelle reti, passando dalle attuali nove ad almeno quindici al giorno in tempi molto brevi. Per raggiungere un obiettivo ancora più ambizioso: avere nel 2018 un sistema imprenditoriale rafforzato, ingrado di competere con i mercati dove c’è una maggiore presenza di grandi aziende. «Le reti di impresa sono la strada per superare i limite della piccola dimensione. Penso all’innovazione, Industria4.o, all’internazionalizzazione: per affrontare queste sfide occorre una massa critica adeguata», dice Antonello Montante, presidente del Gruppo tecnico perle reti di impresa di Confindustria.

rete_montante

Nicoletta Picchio

Il traguardo l’ha individuato: aumentare il numero delle aziende coinvolte nelle reti, passando dalle attuali nove ad almeno quindici al giorno in tempi molto brevi. Per raggiungere un obiettivo ancora più ambizioso: avere nel 2018 un sistema imprenditoriale rafforzato, ingrado di competere con i mercati dove c’è una maggiore presenza di grandi aziende. «Le reti di impresa sono la strada per superare i limite della piccola dimensione. Penso all’innovazione, Industria4.o, all’internazionalizzazione: per affrontare queste sfide occorre una massa critica adeguata», dice Antonello Montante, presidente del Gruppo tecnico perle reti di impresa di Confindustria. Bisogna accelerare: «al Nord c’è già una piena consapevolezza, al Sud è un messaggio che va ancora implementato». Ci sono, però, alcune azioni importanti da realizzare per aumentare il numero delle reti, che al 3 dicembre erano 3.243, coinvolgendo 16.587 aziende. «Servirebbe una cabina di regia tra tutti i soggetti pubblici e privati che hanno il compito di promuovere le reti. Unendo forze e strategie i numeri aumenterebbero», suggerisce Montante, che è anche presidente di Retlmpresa (l’agenzia di Confindustria per le reti di impresa). «Stiamo lavorando poi con il sistema bancario – aggiunge Montante – e con i Confidi per l’attribuzione di un rating non solo alla singola impresa ma anche alla rete: in questo modo si valuta i rating complessivo del soggetto giuridico rete e non soltanto dei singoli partecipanti. Inoltre un volano ulteriore sarebbe l’introduzione di meccanismi di premialità a favore delle reti nell’utilizzo dei vari strumenti normativi. È positivo che al ministero dello Sviluppo lo stiano prevedendo tra le misure sulle aree di crisi. E anche molte regioni stanno introducendo meccanismi premiali per le reti», continua Montante, che ha lavorato anche all’interno della struttura confindustriale: sono stati individuati quattro focus, innovazione 4.o; internazionalizzazione; welfare aziendale; multisettorialità. Ed ha anche dato il via ai comitati itineranti con calendari ravvicinati: il primo è stato a Roma, il secondo in Assolombarda, il terzo a gennaio sarà a Torino. Inoltre, racconta, si stanno moltiplicando le iniziative di diffusione delle opportunità della rete. Ieri, per esempio, si è svolto un evento a Ragusa Investimenti, economie di scala, interlocuzione con clienti e istituzioni, rapporti coni fornitori, condivisione di standard e competenze funzionali alla modernizzazione del processo produttivo, coinvolgimento di università su questi elementi si sta concentrando l’azione del Gruppo. «La nuova frontiera – aggiunge Montante – è il welfare aziendale. Le reti potrano essere protagoniste di quel patto per la fabbrica proposto dalla Confindustria che è la sfida dei prossimi mesi».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...