Intelligenza artificiale tesoro da 6mila miliardi

Intelligenza artificiale tesoro da 6mila miliardi

Affari e Finanza – Repubblica – 23 Aprile 2018

L’intelligenza artificiale non conosce più limiti. E diventa ogni giorno di più la variabile fondamentale dell’economia industriale, un 4.0 su scala planetaria. La McKinsey, che ne monitora l’evoluzione, se nel suo rapporto 2017 puntava l’indice sulla componente “distruttiva” (il 49% dei posti di lavoro a rischio perché sostituito dalle macchine), nell’edizione datata 18 aprile 2018 del suo Notes from the AI frontier punta sull’aspetto “costruttivo”. E i risultati sono ancora più sorprendenti, stavolta in positivo: le applicazioni di AI sono in grado di creare entro pochi anni un valore aggiunto fra i 3,5 e i 5,8 trilioni di dollari su scala globale. I settori con il maggior potenziale di creazione di valore sono il marketing, le vendite e le catene operative logistiche e manifatturiere.

 

Read more

Annunci
Via libera Ue all’obbligo di e-fattura

Via libera Ue all’obbligo di e-fattura

Sole24ore – 20 Aprile 2018

Autorizzazione europea all’obbligo di fatturazione elettronica tra soggetti passivi e nei confronti di consumatori finali introdotto dall’Italia: con decisione di esecuzione datata 16 aprile 2018, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, il Consiglio Ue ha infatti recepito la proposta Com(2018)55 del 5 febbraio scorso formulata dalla Commissione europea, concedendo una deroga all’applicazione degli articoli 218 e 232 della direttiva 2006/112/Ce. Le regole sulla piena parità di trattamento tra fatture cartacee ed elettroniche e sulla necessità dell’accordo del destinatario, perché una fattura possa essergli trasmessa o messa a disposizione per via elettronica, non troveranno quindi applicazione per il periodo che va dal 1° luglio 2018 al 31 dicembre 2021.

Read more

Così la civiltà dell’immagine manda in pensione la firma

Così la civiltà dell’immagine manda in pensione la firma

La Stampa – 18 Aprile 2018

Ci metterei la firma, dicevamo un’era geologica fa, quando volevamo affermare l’importanza di un impegno da prendere. Provate a ripeterlo oggi a un adolescente, e vi guarderà con lo sguardo smarrito di uno che ha visto un alieno. E questo non solo perché ormai il corsivo è quasi scomparso dalle arti insegnate a scuola. Da metà aprile, infatti, negli Usa le maggiori carte di credito hanno smesso di chiedere ai clienti la firma sotto alle ricevute dei loro acquisti. Quello scarabocchio non ha più alcuna credibilità, come strumento per verificare l’identità delle persone, e con la sua prossima morte scompare anche un pezzo della nostra cultura.

Read more