I primi passi del domicilio digitale dei cittadini

I primi passi del domicilio digitale dei cittadini

Sole24ore – 4 Giugno 2018

Le famiglie avranno una residenza virtuale dove ricevere le comunicazioni e gli atti delle pubbliche amministrazioni. II domicilio digitale compie, infatti, il primo passo con la realizzazione, da parte di InfoCamere, della piattaforma informatica del futuro indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata. Su quelle Pec, che rappresenteranno i domicili digitali, i cittadini potranno vedersi recapitare le cartelle esattoriali, i verbali delle multe o altri documenti. Un sistema che per imprese e professionisti è già operativo: le aziende iscritte al Registro delle imprese e gli appartenenti ad Albi ed elenchi devono comunicare con la Pa attraverso il domicilio digitale. Obbligo a cui ha Finora risposto il 68% sia delle aziende sia dei professionisti.

Read more

Annunci
Fascicolo informatico d’impresa: al via a Roma per 368.000 imprese

Fascicolo informatico d’impresa: al via a Roma per 368.000 imprese

Meno burocrazia, più trasparenza e più tempo da dedicare alla propria impresa. E’ questa la ricetta che, da pochi giorni, garantisce alle imprese residenti nel territorio di Roma Capitale un tasso di cittadinanza digitale più elevato, grazie all’avvio della collaborazione tra Comune e InfoCamere.

Via libera Ue all’obbligo di e-fattura

Via libera Ue all’obbligo di e-fattura

Sole24ore – 20 Aprile 2018

Autorizzazione europea all’obbligo di fatturazione elettronica tra soggetti passivi e nei confronti di consumatori finali introdotto dall’Italia: con decisione di esecuzione datata 16 aprile 2018, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, il Consiglio Ue ha infatti recepito la proposta Com(2018)55 del 5 febbraio scorso formulata dalla Commissione europea, concedendo una deroga all’applicazione degli articoli 218 e 232 della direttiva 2006/112/Ce. Le regole sulla piena parità di trattamento tra fatture cartacee ed elettroniche e sulla necessità dell’accordo del destinatario, perché una fattura possa essergli trasmessa o messa a disposizione per via elettronica, non troveranno quindi applicazione per il periodo che va dal 1° luglio 2018 al 31 dicembre 2021.

Read more