Privacy, in ritardo una impresa su due

Privacy, in ritardo una impresa su due

Sole24ore – 22 Febbraio 2018

A tre mesi dall’entrata in vigore del regolamento europeo per la protezione dei dati una impresa italiana su due non dispone ancora di un piano per adeguarsi agli obblighi in materia di privacy. Tra le principali economie dell’area Ue solo la Francia è al nostro stesso livello, la media europea è del 60% ma in Germania si arriva all’8o%, nel Regno Unito al 68% e in Irlanda sono compliant tre aziende su quattro.

Read more

Annunci
Con i lavori «certificati» un mercato per 500mila

Con i lavori «certificati» un mercato per 500mila

Sole24ore – 19 Febbraio 2018

Un mercato “riservato” affollato in realtà da più di 3oomila professionisti e 180mila imprese. Sfiorano il mezzo milione, nell’insieme, i professionisti abilitati a rilasciare i certificati e i documenti legati ai lavori in casa e le aziende con il nulla osta per gli impianti. Dalla classica Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) necessaria per ristrutturare l’immobile all’Ape (attestato di prestazione energetica) obbligatorio per vendere o affittare l’appartamento, quando si interviene su un immobile sono tanti i documenti da preparare, prima e dopo, per i quali è necessario sempre affidarsi a «tecnici abilitati».

Read more

Bionda, rossa, scura, con tanta schiuma: tutti pazzi per la birra

Bionda, rossa, scura, con tanta schiuma: tutti pazzi per la birra

Bionda, scura, non filtrata, doppio malto, fruttata o amarognola. Per ogni pasto, palato, umore ed esigenza c’è una birra diversa e, per appagare la propria sete, gli italiani si sono messi all’opera. A dispetto del peso delle accise e della concorrenza dei grandi produttori internazionali, l’universo della birra in Italia negli ultimi cinque anni si è espanso a velocità crescente e, con esso, il numero delle aziende produttrici e degli addetti. Se nel 2012, lungo lo stivale erano solo 286 le imprese che operavano nella fabbricazione della birra, alla fine dello scorso anno all’appello rispondono invece ben 693 imprese un balzo che, in un lustro, ha visto moltiplicarsi di una volta e mezzo la costellazione dei ‘maghi’ del luppolo e ad allargare il numero degli addetti totali del settore a circa 4mila unità. E’ quanto emerge dall’analisi condotta da Unioncamere-InfoCamere sui dati del Registro delle Imprese delle Camere di commercio tra il 2012 e il 2017.

Continua a leggere